cropped-la-rondine-disinfestazioni-logo-3.jpg

Come eliminare le blatte

Come eliminare le blatte

Cosa sono le blatte e come vivono

Le blatte sono dei fastidiosi animaletti infestanti che si cibano essenzialmente di rifiuti e scarti alimentari. In Italia vi sono vari tipi di blatte. La più comune e’ la blatta orientalis che e’ conosciuta anche con il nome comune di scarafaggio. Alcune specie di blatte hanno addirittura le ali. Le blatte vivono in ambienti umidi e caldi si nascondono negli angoli bui e nelle fessure. Depongono le uova proprio nelle intercapedini e negli anfratti. Sono insetti proliferi e resistenti, una femmina della specie può deporre fino a 50 uova in una volta. Sono animali abituati ad adattarsi continuamente per sopravvivere. Se scopri di avere le blatte nella tua abitazione o nel tuo locale commerciale, ti consigliamo di rivolgerti subito ad un’azienda specializzata come la nostra e programmare un intervento di disinfestazione blatte per Rimini e provincia per eliminare le blatte in modo definitivo e risolutivo.

Caratteristiche delle blatte

Le blatte amano vivere di notte, non si trovano bene con la luce del sole, per questo ti capiterà di vederle di notte e raramente di giorno. Cibandosi di scarti, si trovano spesso tra i rifiuti per questo occorre effettuare un intervento di allontanamento delle blatte serie e definitivo. Vivendo in ambienti sporchi, le blatte possono essere portatori di malattie e infezioni, alcune anche gravi come la Salmonella o il Tifo.

Come fanno le blatte ad infestare gli ambienti

Come eliminare le blatte

Le blatte vivono in ambienti caldi e protetti, trovano il loro habitat ideale nelle abitazioni, nei ristoranti o locali pubblici vista l’abbondanza di cibo e scarti alimentari. Le blatte degli edifici sono particolarmente difficili da scovare e eliminare. Possono nidificare e deporre le loto uova vicino ai cartoni da imballaggio, oppure possono passare con facilità da abitazione in abitazione. Quindi se il tuo vicino ha questo problema e’ probabile che le blatte proliferino e invadano anche la tua casa. A volte ci ritroviamo infestati dalle blatte dopo che sono stati fatti dei lavori di ristrutturazione. In queste occasioni e’ possibile infatti che alcuni nidi ben nascosti nelle intercapedini tra i muri o nei pavimenti vengano rimossi e le blatte inizino a circolare liberamente nel nostro palazzo.

Mantenere pulita la casa aiuta ma non basta

Si crede spesso che un ambiente pulito e ordinato sia al riparo da blatte, scarafaggi e altri fastidiosi parassiti, ma non e’ cosi. Occorre certamente tenere gli ambienti sempre puliti e aerati, ma le blatte possono fare la loro comparsa anche in ambienti con alti standard di igiene.

Come eliminare le blatte

Cosa fare quindi se ci accorgiamo di avere questi fastidiosi animaletti in casa o nel nostro locale? La cosa più importante e’ contattare subito uno specialista del settore per un intervento

di disinfestazione blatte.

Cosa evitare

Evita di lanciarti in interventi di disinfestazione fai da te. Non utilizzare insetticidi o polveri chimiche perché questi prodotti non riescono ad arrivare ai nidi dove le blatte depongono le loro uova. Ti ritroverai quindi nuovamente con il problema dopo qualche giorno, in più avrai perso tempo prezioso e denaro per ritrovati ancora con le blatte all’interno del tuo edificio.

Interventi di disinfestazione blatte

Gli interventi di disinfestazione e allontanamento blatte prevedono l’uso di insetticidi vari, spray, gel, repellenti ad ultrasuoni e trappole per blatte. Rivolgendoti ad un’azienda seria come la nostra che lavora a Rimini e provincia con professionisti qualificati riceverai un servizio mirato ed efficace.

I nostri esperti faranno un sopralluogo e ti consiglieranno sulla tempistica e tipologia di intervento piu’ adatto al tuo caso. Utilizzando prodotti seri e professionali che allontaneranno le blatte in maniera definitiva distruggendo i nidi, le colonie e bonificando anche gli anfratti e gli angoli piu’ nascosti e difficili da raggiungere.

Alcuni dei pesticidi professionali possono risultare pericolosi e nocivi per l’uomo. Per questo occorre rivolgersi ad esperti che sappiano come utilizzare al meglio le sostanze pesticide e offrano trattamenti all’avanguardia salvaguardando la salute di chi abita in casa e di eventuali animali domestici. Tra i vari repellenti in commercio per la disinfestazione blatte esistono anche i repellenti ormonali che combattono le blatte con un minore impatto sull’ambiente.

Cosa fare per prevenire l’infestazione delle blatte

, riporre sempre e subito gli avanzi del cibo in frigorifero o conservarli in contenitori sigillati. Spazzare bene i pavimenti dove aver mangiato e disinfettare tutte le superfici. Controllare bene la dispensa, non lasciare alimenti aperti o sugli scaffali troppo a lungo.

Se ti accorgi di avere delle fessure o crepe nel tuo edificio, cerca di sigillarle subito. Soprattutto in bagno, sotto al lavello o vicino ai sanitari. Le blatte come per altri insetti infestanti come le zanzare adorano vivere in presenza di zone umide o ristagni di acqua. Evita l’umidità in casa e i ristagni di acqua in giardino o in terrazzo che favoriscono la proliferazione di ogni sorta di insetto e parassita.

cropped-la-rondine-disinfestazioni-logo-3.jpg

Rimedi contro formiche

Rimedi contro formiche?

Le formiche: tanto piccole quanto forti, capaci di trasportare su di sé qualsiasi genere di avanzo di cibo che si imbatte sulla loro strada, sono tra gli animali più fastidiosi per l’uomo.
Le indagini condotte, infatti, confermano che tra le più frequenti domande inserite sul web vi é proprio quella relativa alle modalità con cui eliminare, o allontanare, le formiche.
In realtà quello dell’invasione delle formiche é un problema comune sia a contadini sia a casalinghe, dal momento che il loro proliferare può interessare zone di aperta campagna ma anche abitazioni collocate in pieno centro.

Oggi esistono diversi rimedi, naturali e non, espressamente studiati per salvaguardare colture ed abitazioni dalle infestazioni delle formiche.
Esistono anche numerose aziende che possono consigliarvi il metodo più efficace in base alle vostre esigenze, in modo da potervi liberare in pochissimo tempo di questi piccoli e fastidiosi animali.

La specie

Per poter mettere in pratica il giusto rimedio ed allontanare la presenza indesiderata di questo animale occorre conoscere bene il nemico, magari anche studiarne le abitudini in modo da poterne anticipare i movimenti.
Va detto, innanzitutto, che se si avvista una formica, con molte probabilità, a breve ci sarà una vera e propria invasione di altri piccoli suoi simili. Questo perché la formica è un animale che vive e si muove in gruppo, sicché ogni volta che avrà compiuto una scoperta interessante procederà a chiamare i rinforzi e farsi aiutare dalle altre formiche operaie. Questa caratteristica spiega anche perché, spesso, si avvistano schiere di formiche che marciano in fila indiana.

Rimedi contro formiche

Se vi siete chiesti come viene trasmesso il messaggio, e come facciano le altre formiche a trovare subito la strada, in modo che nel giro di pochi minuti le nostre case e balconi subiscono una vera e proprio invasione, è molto semplice: la formica che ha fatto la scoperta la comunica alla compagna, se vicina, toccandole le antenne. Inoltre la formica lascia una scia odorosa che permette ai suoi simili di rintracciarla con facilità. Questa particolarità ha portato a mettere in commercio prodotti che nascondono la scia odorosa della formica, in modo da limitarne il proliferare.

Le formiche sono impegnate in una continua ricerca di cibo ed altre sostanze che possono tornare loro utili per costruire la tana, il famoso formicaio. Ecco perché spesso si vedono colonne di formiche impegnate nel trasporto non solo di briciole di pane, granelli ed insetti morti, ma anche di pietre, frammenti di steli e foglie, con cui costruiranno la loro tana.

 

I rimedi naturali contro le formiche

Per contrastare l’invasione delle formiche nemiche occorre individuare il loro punto di accesso. Generalmente si tratta di una fessura collocata in prossimità degli angoli di porte e finestre.
Individuata la breccia, è bene cospargere il punto con una buona dose di borotalco, mescolato ad alcuni chicchi di caffè. Questo intervento permetterà di nascondere la scia di odore rilasciata dalla formica che ha iniziato l’attacco.

Conoscere bene il nemico ci permette di attuare i rimedi più efficaci. Di fatto, sapere che le formiche sono alla continua ricerca di cibo e che in questa esplorazione si lasciano guidare molto dall’olfatto, ci permette di utilizzare fragranze sgradite alle formiche. Menta, caffè, aceto, hanno un odore troppo forte e nauseabondo che riesce a tenere lontano questi piccoli invasori.
Per questa ragione è utile cospargere i davanzali delle finestre con alcune foglie sminuzzate di menta. Le bustine di tè alla menta, invece, possono essere collocate in dispensa, per evitare che le formiche intacchino il cibo.

Ottimo è anche il repellente naturale, a base di alcool etilico, olio essenziale di eucalipto e di cajeput. Se spruzzati tramite un nebulizzatore sul percorso fatto dalla formica faranno perdere le sue tracce, in modo da evitare l’invasione delle compagne.

I rimedi chimici contro le formiche 

Quando i rimedi naturali, da soli, non sono sufficienti a gestire e contrastare l’invasione di formiche, è bene ricorrere ai rimedi chimici. Oggi in commercio ce ne sono parecchi.
Uno dei rimedi più conosciuti, e meno invasivo, è quello dell’esca antiformica costituita da una scatola piena di sostanze nocive per le formiche.
L’esca va collocata sul percorso che porta al formicaio. In questo modo le formiche mangeranno la sostanza per loro nociva e la porteranno all’interno della tana.

Le stesse modalità di applicazione sono previste per la polvere insetticida, che, prima di essere spruzzata, va mescolata con acqua.
Questi due rimedi sono molto efficaci ma prima che abbiano effetto necessitano almeno di 24 ore. Ovviamente una vera e propria disinfestazione formiche è la soluzione migliore.

Non vanno poi trascurati i numerosi repellenti spray, che contengono una soluzione insetticida ben più concentrata che permette di accelerare i tempi e liberarsi delle formiche in maniera istantanea.

cropped-la-rondine-disinfestazioni-logo-3.jpg

Disinfestazione Rimini e provincia

Come proteggersi dalle infestazioni di topi, insetti e volatili

Spesso è molto difficile proteggere la propria casa, il proprio negozio o la propria azienda dall’arrivo di ospiti molesti e nocivi. Nonostante molto spesso si cerchi di tenere sotto controllo con igiene e pulizia i locali della propria casa o della propria attività, non sempre si riesce a ridurre il rischio di un’infestazione. Per questo motivo è indispensabile rivolgersi ad una ditta di disinfestazioni seria e professionale che intervenga in modo veloce ed efficiente per eliminare l’infestazione in atto senza nuocere alle persone e agli animali domestici. Sul territorio di Rimini e provincia opera una ditta leader nel settore, che effettua servizi di disinfestazione, derattizzazione e allontanamento volatili. L’azienda è dotata di personale altamente qualificato e di mezzi all’avanguardia. Interverrà in modo veloce, risolvendo il problema in modo definitivo. I tecnici dell’azienda effettueranno un primo sopralluogo per verificare l’entità dell’infestazione, subito decideranno come intervenire e prepareranno anche un preventivo gratuito. Soprattutto nelle aziende del settore alimentare, nei ristoranti, nei bar e in tutti quei luoghi dove il problema procurerebbe seri danni e si potrebbe riproporre, i tecnici provvederanno a monitorare costantemente i punti critici. Ogni intervento effettuato dall’azienda è conforme alla normativa vigente. E’ molto importante proteggersi da animali e insetti infestanti quali topi, ratti, blatte cimici e scarafaggi, ma anche quelli più comuni come mosche, zanzare e formiche. L’azienda offre soluzioni rapide per eliminare o per prevenire ogni tipo di infestazione.

Perché è importante intervenire tempestivamente

Disinfestazione Rimini e provincia

L’azienda di derattizzazione e disinfestazione opera sul territorio di Rimini e provincia, nei comuni di Bellaria-Igea Marina, Casteldeci, Cattolica, Coriano, Gemmano, Maiolo, Misano Adriatico, Mondaino, Montefiore Conca, Montegridolfo, Montescudo-Monte Colombo, Moriano di Romagna, Novafeltria, Pennabilli, Poggio Torriana,

Riccione, Saludecio, San Clemente, San Giovanni in Marignano, San Leo, Sant’Agata Feltria, Santarcangelo di Romagna, Talamello e Verucchio. Affidabile e all’avanguardia è in grado di intervenire tempestivamente per soddisfare ogni esigenza del proprio cliente. Il personale altamente qualificato e sempre aggiornato con continui corsi di specializzazione, proporrà al cliente l’intervento migliore da attuare per sconfiggere l’infestazione senza usare prodotti dannosi e tossici. Non bisogna mai sottovalutare un’infestazione, ma intervenire in modo tempestivo. I topi ad esempio sono portatori di molte malattie dannose per l’uomo e gli animali domestici. Inoltre provocano ingenti danni agli alimenti, se presenti in aziende alimentari, ma anche alle cose. Infatti questi animali hanno il costante bisogno di rosicchiare e per questo motivo, molto spesso, rovinano mobili e divani e distruggono i cavi elettrici o i fili dei computer provocando dei pericolosi corti circuiti. Inoltre, i roditori sono anche un pericolo per la salute dell’uomo, contaminano e rovinano le derrate alimentari lasciando escrementi, urine e spesso anche carcasse di altri topi morti. Sul loro pelo sono presenti pulci, zecche e cimici per non parlare dei loro morsi che sono molto pericolosi. Per questo motivo è importante non sottovalutare i segni che lasciano questi piccoli animali e intervenire subito per debellare l’infestazione prima che sia troppo tardi.

Un azienda leader nel settore della disinfestazione e derattizzazione

L’azienda leader nel settore delle derattizzazioni e disinfestazioni opera sul tutto il territorio di Rimini e provincia in modo tempestivo ed efficiente. Tante sono le esigenze dei clienti che si trovano con un’infestazione in atto. Ad esempio molto spesso ci si trova a dover fare i conti con un’ infestazione di blatte, scarafaggi, cimici e pulci che sono anch’essi portatori di tante malattie. Tubercolosi, salmonellosi e dissenteria sono le più comuni. Anche in questo caso lo staff dell’azienda di disinfestazione interverrà in modo efficiente, usando prodotti non tossici e a norma di legge. Inoltre i tecnici effettueranno un servizio di prevenzione costante in tutti quei luoghi pubblici e privati dove questi insetti amano annidarsi per riprodursi velocemente come bar, ristoranti, uffici e ambienti domestici. Anche nel caso di infestazioni di mosche, zanzare e formiche la ditta interverrà in modo definitivo. Anche per quanto riguarda l’allontanamento dei volatili, che sono animali molto fastidiosi e che possono causare seri danni agli edifici e alla salute dell’uomo, l’azienda è dotata di mezzi all’avanguardia come i dissuasori e i deterrenti. Intervenire in modo tempestivo è importante come lo è affidarsi ad un’azienda seria e qualificata.

cropped-la-rondine-disinfestazioni-logo-3.jpg

Disinfestazione Forlì-Cesena

Gli animali infestanti: quali sono

Gli animali infestanti – quelli in grado di riprodursi velocemente e colonizzare gli spazi abitativi umani – sono numerosi su tutto il territorio italiano. Nella maggior parte dei casi si tratta di insetti: basti pensare, ad esempio, alle formiche e alle mosche che spesso troviamo nelle nostre abitazioni. A volte possono verificarsi anche infestazioni più gravi ad opera di animali rischiosi per la salute, come gli scarafaggi. Negli spazi aperti come giardini e orti, poi, possono annidarsi calabroni o vespe o può registrarsi la presenza di zanzare o delle temibili zecche. Le cantine o le soffitte possono essere invase dai topi. Ancora, si possono avere in casa tarli del legno, termiti, cimici. Perfino i piccioni hanno caratteristiche tipiche da animali infestanti, per la loro capacità di moltiplicarsi in poco tempo e di comportare, con la loro presenza, rischi per la salute umana.

Abitudini di vita degli animali infestanti

Le aziende di disinfestazione a Cesena e provincia conoscono bene le abitudini di vita e i comportamenti degli animali che creano infestazioni. I problemi maggiori si verificano nei mesi primaverili e in quelli estivi, quando le temperature miti favoriscono il proliferare degli insetti. Alcuni animali, come le zanzare, trovano particolarmente favorevoli gli ambienti umidi, perché i ristagni di acqua gli sono necessari per depositare le uova e far crescere le larve. A questo proposito, quando ci si trovi ad affrontare un’invasione di zanzare, che siano del tipo comune o che si tratti, invece, di zanzare tigre, è sempre necessario prevenire il problema eliminando l’acqua stagnate, per poi contattare un’azienda specializzata in disinfestazione e Cesena e provincia.

I rischi per la salute causati dagli animali infestanti

Gli animali infestanti non sono solo un fastidio, ma costituiscono invece un vero e proprio rischio per la salute degli esseri umani. Se alcuni insetti sono solo in grado di fare danni economici intaccando le derrate alimentari – pensiamo ad esempio alle formiche – altri possono trasmettere malattie anche gravi. Tra gli animali più pericolosi ci sono senza dubbio gli scarafaggi e i topi, che con i loro escrementi possono portare malattie anche gravi. Per questo le ditte di disinfestazione a Cesena e provincia si preoccupano non solo di debellare l’infestazione ma anche di ripulire gli ambienti dagli escrementi e sanificarli completamente.

Ditte di disinfestazione le tecniche usate contro gli animali infestanti

Quando i rimedi naturali e la prevenzione non sono sufficienti è necessario rivolgersi a dei professionisti del settore: contattare una ditta di disinfestazione a Cesena e provincia consente di avere informazioni chiare e usufruire di un intervento risolutivo, in grado di eliminare in maniera definitiva il problema. Una ditta specializzata è in grado, infatti, di usare strumenti e prodotti professionali ad alto tasso di efficacia. Inoltre, va tenuto presente, che solo personale formato e preparato conosce in modo approfondito le abitudini di vita degli animali che hanno causato l’infestazione: solo questo permette di raggiungere le colonie ed eliminare l’invasione senza che questa si ripresenti dopo poco tempo.

Disinfestazione Forlì-Cesena

Dove lavorano le ditte di disinfestazione a Cesena e provincia

L’azienda opera sul territorio di tutta la provincia di Forlì Cesena: può essere contattata – oltre che per interventi nei comuni di Forlì e Cesena, anche nei comuni di Bagno di Romagna, Bertinoro e Castrocaro Terme, Cesenatico, Civitella di Romagna e Forlimpopoli, Gatteo e Predappio, San Mauro Pascoli, Sarsina e Savignano sul Rubicone. Anche nelle aree comunali più piccole, l’azienda interviene con efficacia: a Borghi e Dovadola, Galeata, Gambettola e Longiano, Mercato Saraceno, Meldola, Montiano e Modigliana, Premilcuore, Portico e San Benedetto, Roncofreddo e Rocca San Casciano, Sogliano al Rubicone e Santa Sofia, Vergereto e Tredozio.

Contro quali animali è possibile richiedere un intervento

L’azienda di disinfestazione a Cesena e provincia è in grado di intervenire in maniera tempestiva, sicura ed efficace contro ogni tipo di animale infestante: dagli uccelli come i piccioni, ai roditori come i topi, fino agli insetti. Contro mosche, zanzare, scarafaggi, vespe, calabroni e formiche gli interventi saranno rapidi e risolutivi. L’azienda interviene anche contro invasioni di zecche, processionarie, pulci, cimici, tarli, termiti e infestanti delle piante come il temibile punteruolo rosso.

punture di pulci

Punture di pulci

Cosa sono le pulci

Le pulci sono minuscoli insetti irritanti. Le punture di pulci sono dolorose e pruriginose e liberarsi di loro è difficile. A volte può essere necessario un trattamento di controllo dei parassiti professionale. Le pulci si riproducono rapidamente, soprattutto se in casa ci sono animali domestici. Ma anche se questi mancano, è il tuo giardino che potrebbe ospitare delle pulci e potresti ritrovarti con addosso morsi misteriosi. Alle infestazioni da pulci devi stare particolarmente attento se gestisci strutture recettive o sportive dove sono presenti aree verdi, edifici di stoccaggio della paglia o del legname come campeggi e maneggi. Le pulci sono insetti non più grandi della punta di una penna il cui colore va dal marrone chiaro al grigio scuro. Non hanno ali, quindi si spostano saltando da un posto all’altro. Il loro corpo sottile e piatto è ricoperto da una cuticola molto spessa e resistente e per ucciderle è necessario schiacciarle tra due superfici dure. Di solito dove c’è una pulce ce ne sono molte altre ed è quasi impossibile eliminarle senza un trattamento antiparassitario. Esistono almeno 2000 tipi di pulci, tra cui la “pulce del gatto” e “la pulce del cane” , le quali anche se manifestano delle preferenze non disdegnano di nutrirsi di sangue umano. La Pulex irritans è l’unica specie che ama vivere sull’uomo, ma a sua volta, può trovarsi su maiali, topi, uccelli, gatti e cani.

Come riconosco il morso di pulce?

I morsi di pulce sono piuttosto distintivi. Rimangono piccoli, a differenza delle punture di zanzara e presentano un alone rosso attorno al centro del morso. La pulce inoltre tende a mordere ripetutamente in gruppi di tre o quattro punture in circolo o il linea retta, attorno alle caviglie o alle gambe. I morsi sono comuni anche intorno alla vita o sotto le ascelle, il seno, l’inguine, le pieghe dei gomiti e delle ginocchia. Soprattutto il morso della pulce è molto doloroso perché questi parassiti, contrariamente ad altri come zecche e zanzare, non introducono sostanze antidolorifiche nella ferita. Per gli esseri umani, il rischio di contrarre malattie dalle pulci è molto piccolo. Questo non è vero per i tuoi animali, quindi se noti morsi di pulce è meglio portali dal veterinario.

Cosa faccio se scopro di avere pulci in casa?

Cosa posso fare in caso di infestazione a Napoli? Le pulci preferiscono vivere sul tuo cane o gatto, ma se la popolazione cresce, possono espandersi e iniziare a vivere nei tappeti, nelle coperte o direttamente sui pavimenti quando l’infestazione è lasciata fuori controllo. Una brutta infestazione da pulci può essere molto evidente. Prova a camminare sul tuo tappeto indossando calze bianche e verranno immediatamente assaltate. Se ti trovi a combattere piccoli morsi rossi dopo una giornata in giardino, consulta il nostro esperto di controllo dei parassiti. La tua casa, il tuo giardino, il tuo parcheggio o il tuo parco giochi dovranno essere trattati con pesticidi idonei. Questi trattamenti devono però essere gestiti e somministrati da esperti di fumigatori e sostanze pesticide, soprattutto in presenza di animali. Nella maggior parte dei casi, dovrai lasciare la tua casa per diverse ore o per qualche giorno, dopo che il trattamento è stato distribuito e gli animali posti in sicurezza. Di fronte ad una forte infestazione la sanificazione dovrà essere completa e riguarderà anche, tappezzeria, auto, interni di armadi e guardaroba e porterà all’eliminazione totale di insetti adulti, larve e uova.

rimedi contro le zanzare

Rimedi Contro le Zanzare

Le zanzare: abitudini di vita e diffusione

Gli insetti infestanti rappresentano sempre un grande fastidio, per uomo ed animali; oggi impareremo alcuni rimedi contro le zanzare, insetti in grado di rovinare le giornate estive con le loro punture e la loro presenza sgradita.
In Italia, sono diffuse su tutto il territorio. Amano molto il caldo e il clima umido, per cui non si vedono nei mesi invernali e autunnali, ma questi insetti tornano puntualmente a farsi vivi all’arrivo di ogni primavera, con un picco della loro presenza che si concentra nei mesi estivi. Soprattutto quando piove molto e il tasso di umidità presente nell’aria è importante, accade che questi insetti mettano in atto delle vere e proprie invasioni di giardini, parchi e, purtroppo, in certi casi, anche delle abitazioni.
Dicevamo che le zanzare – il cui nome scientifico è culicidae – sono presenti su tutto il territorio italiano: questo è vero, ma la loro presenza è molto meno marcata in montagna, soprattutto ad alte quote: l’aria fresca e il clima più asciutto non costituiscono per loro condizioni ottimali di sviluppo. Mentre, al contrario, la loro presenza è particolarmente importante nelle zone basse, nelle pianure, nelle zone paludose, in cui c’è la presenza di acqua che ristagna.
In effetti, l’acqua stagnante è fondamentale per il ciclo riproduttivo delle zanzare: è qui infatti, nelle pozze di acqua ferma, che questi odiosi insetti depositano le loro uova.
In Italia sono diffuse due specie di zanzara: la zanzara comune, o culex pipiens e la zanzara tigre, detta anche aedes albopictus. La seconda procura punture particolarmente fastidiose e pruriginose, in grado anche di causare reazioni allergiche localizzate nei soggetti predisposti. Per di più, una zanzara tigre può pungere più volte di seguito. La zanzara comune, invece, punge una sola volta e la sua puntura è meno fastidiosa. Mentre la zanzara tigre – chiamata così per via del disegno a strisce che la caratterizza – esce prevalentemente all’alba e al crepuscolo, la zanzara comune si fa sentire soprattutto di notte.
Le zanzare tigre volano a bassa quota – infatti pungono prevalentemente le gambe – per cui difficilmente entrano negli appartamenti collocati ai piani rialzati ma sono in grado di infestare i giardini rendendoli quasi inabitabili, mentre la culex pipiens può volare anche in alto.
Non dimentichiamo infine che le zanzare comportano, anche se in casi davvero rari, almeno alle nostre latitudini dei rischi per la salute. Non sono in grado di trasmettere la malaria, come accade in altre zone del pianeta, ma possono trasmettere la febbre Dengue o la Zika. si tratta di infezioni potenzialmente gravi.

Rimedi naturali contro le zanzare

Prima di tutto, occorre fare prevenzione. Come abbiamo visto, le zanzare hanno bisogno di acqua stagnate per deporre le uova e riprodursi. Quindi, la prima cosa da fare è eliminare da case, terrazzi e giardini qualsiasi elemento in cui ci sia acqua ferma. Anche l’acqua dai sottovasi dei fiori deve essere tolta.
Per quanto riguarda la protezione personale, è meglio evitare di utilizzare creme idratanti troppo profumate, perché attraggono le zanzare. Se è possibile è meglio usare prodotti repellenti che contengano sostanze fastidiose per le zanzare: citronella, olio di gerani. Bisogna fare attenzione, però, soprattutto con i bambini, perché si tratta di sostanze naturali, ma potenzialmente allergizzanti, quindi non bisogna abusarne. In alternativa, in commercio esistono dei cerotti impregnati di queste sostanze, che possono essere attaccati ai vestiti: in questo modo si evita il contatto con la pelle, e sono prodotti di una certa efficacia.
In commercio esistono poi tanti insetticidi, spray o di altro tipo, che possono essere usati in casa.

La disinfestazione zanzare professionale

A volte, quando l’invasione di zanzare tigre o zanzare comuni è davvero drammatica, occorre chiamare una ditta specializzata in interventi di questo tipo. L’intervento sarà risolutivo soprattutto nei giardini: con l’utilizzo di pompe apposite, i tecnici spruzzeranno sostanze insetticide su siepi e altre aree verdi, eliminando il problema alla radice, uccidendo sia gli insetti adulti che le larve e le uova pronte a schiudersi. Certo, in seguito occorre evitare nuovi ristagni di acqua, altrimenti il problema è destinato a ripresentarsi nel giro di poco tempo.

zecche

Il morso letale della zecca: malattia di Lyme

I morsi della una zecca sono certamente pericolosi. Cosa dobbiamo fare per risolvere il problema immediatamente? Innanzitutto è importante cacciare l’animale con molta cura facendo attenzione a non schiacciare il corpo, infatti, è sempre consigliabile agire con delle pinzette per cavare la zecca ed evitare di toccarla a mani nude. In caso la bocca della zecca restasse attaccata al nostro corpo è bene agire con un ago sterile e asportare il parassita.

Una volta rimosso l’animale, non si deve procedere con il trattamento antibiotico. Ciò è stato indicato dalle linee guida dell’Infectious Diseases Society of America e dell’American Academy of Pediatrics.

Non si procede con il trattamento antibiotico perché, quest’utlimo, potrebbe causare lo sviluppo della malattia Lyme.
Cosa è la malattia Lyme? È una malattia su base batterica diffusa sia in Europa che in Italia, soprattutto a causa dei cambiamenti climatici globali.

Chiaramente la malattia di Lyme non è l’unica infezione che si può trasmettere tramite il morso di una zecca. Per esempio, la zecca del bosco oltre alla malattie di Lyme può trasmettere anche l’encefalite da zecca che è una malattia virale. Mentre, nell’Italia insulare e meridionale, la zecca del cane, può trasmettere la Rickettsiosi: conosciuta come febbre Bottonosa del Mediterraneo.

Malattia di Lyme

Se la zecca che punge l’uomo contiene nel suo intestino il batterio Borrelia la probabilità di contrarre la malattia è molto alta. Per di più, se la zecca dopo aver succhiato il sangue resta attaccata alla cute per più di 12 ore, quando inizia la digestione rilascia nel sangue il batterio della Borrelia.

Se la zecca viene staccata dalla cute prima delle 12 ore dalla puntura, il rischio di contrarre la malattia è sostanzialmente nullo. Tuttavia, i rischi di contagio salgono alle stelle se vengono superate le 36 ore dal morso senza staccare la zecca. Dopo aver staccato la zecca è necessario controllare chi ha subito il morso per circa 30 o 40 giorni.

Se successivamente ai trenta – quaranta giorni, si sviluppa l’eritema migrante: una lesione cutanea arrossata a forma anulare con un diametro di circa 10-15 cm più chiara al centro. Inoltre, può comparire:

  • Febbre alta a 38°
  • Astenia
  • Mal di testa

In tal caso, è necessario iniziare le cure con antibiotico di doxiciclina 100 mg per due volte al giorno o di amoxicillina 500 mg per 3 volte al dì per circa 10-21 giorni.

mosca-carnaria

Come eliminare larve di mosca carnaria?

mosca carnaria immagineLa mosca carnaria, conosciuta con il nome comune di mosca della carne o con quello di mosca grigia della carne, legato al colore dell’insetto. Le mosche carnarie, al contrario delle altre specie di mosche, non depone le uova; essendo vivipara, le uova vengono conservate nell’addome fino alla schiusa per poi essere rilasciata sulla superficie di una possibile fonte di nutrimento per lo sviluppo delle larve, generalmente carne fresca, carne in putrefazione e formaggio.

La mosca della carne, attraverso le larve che rilascia, può veicolare diverse malattie e rappresentare un pericolo per esseri umani e animali domestici. La larva di mosca carnaria, infatti, si insinua anche sugli animali domestici, più precisamente all’interno di ferite ed escoriazioni. Da queste, penetrando all’interno, i bigattini (così sono chiamate le larve) possono raggiungere anche gli organi dell’animale causandone la morte.

Larve di mosca in casa: cosa fare?

Se in casa avete notato la presenza, anche massiccia, di mosconi probabilmente significa che all’interno della vostra abitazione sono presenti larve di mosca carnaria, che completato il loro sviluppo si sono trasformate in esemplari adulti.

Il ciclo di riproduzione della mosca carnaria è di circa 20 giorni; le larve diventano adulti trascorsi dieci giorni. Nella maggior parte dei casi, il fulcro dell’infestazione è individuabile nella presenza di carne in putrefazione, che può essere un avanzo di cibo oppure una carcassa di animale.

Dopo pochi giorni, infatti, le larve completano il loro sviluppo e si trasformano in mosche, causando l’infestazione. In questo caso, un intervento di disinfestazione contro le mosche è una valida soluzione, poiché permette di agire sia sulla mosca adulta che sulla larva, eliminando l’infestazione. Ovviamente un intervento di disinfestazione chimico deve essere effettuato da una ditta specializzata, che possa occuparsi dell’individuazione del focolaio di infestazione e agire nell’eliminazione di larve e mosche.

Adottando alcuni piccoli accorgimenti, è possibile prevenire un’infestazione di mosca carnaria nonché la presenza di larve. Ecco di seguito alcuni piccoli consigli per contrastare la formazione di larve di mosca carnaria in casa:

  • non lasciare avanzi di cibo o alimenti non ben costoditi
  • pulire e disinfettare con frequenza le superfici
  • non lasciare tracce di sangue negli ambienti adibiti alla lavorazione delle carni
  • provvedere alla pulizia costante di bidoni e contenitori